Digitalizzazione aziendale, quali sono i rischi

La tecnologia sta entrando sempre di più a far parte delle nostre vite e della nostra quotidianità, tuttavia ci sono ancora oggi moltissime aziende che non la utilizzano e la valorizzano nel modo opportuno.

Molte imprese infatti continuano ad avvalersi di strumenti tradizionali, piuttosto che sostituirli con mezzi più innovativi.

Questo perché per poter attuare questo cambiamento c’è bisogno non solo di figure professionali e strumenti adatti, ma è necessario un profondo cambiamento in seno all’azienda stessa. Digitalizzare infatti significa adattare ogni processo aziendale alle esigenze che vengono imposte dall’era moderna, che è l’era digitale.

In cosa consiste la digitalizzazione aziendale?

La digitalizzazione non è un processo semplice, non si tratta semplicemente di convertire documenti cartacei in file elettronici che poi saranno conservati nel computer. Digitalizzare vuol dire innanzitutto risparmiare e semplificare servendosi della tecnologia per diverse situazioni in base alle proprie necessità. Il lavoro viene snellito proprio perché si abbandonano vecchi strumenti tradizionali e si riescono quindi ad automatizzare le varie attività e le varie procedure.

Digitalizzare significa anche abbandonare i luoghi fisici, in favore di luoghi virtuali, nei quali si è connessi gli uni con gli altri. In questa nuova realtà è quindi possibile comunicare e condividere delle informazioni in tempo reale. Pertanto gli spazi lavorativi non si limitano più al singolo ufficio, ma è possibile, attraverso questa modalità, creare degli spazi di lavoro molto più ampi. Fondamentale risulta quindi, per tutte quelle aziende che intendono adottare il meccanismo di digitalizzazione aziendale, operare un cambio di mentalità e di organizzazione.

Questo risulterà molto più difficile per tutte quelle imprese che da anni agiscono sempre nello stesso modo e che hanno quindi interiorizzato un modello di comportamento. Per poter rimanere competitivi però è indispensabile investire nel processo di digitalizzazione.

Infatti dematerializzare lo spazio fisico rappresenta non soltanto un guadagno in termini di efficienza, ma anche di rapidità e di completo controllo del flusso dei dati. La digitalizzazione aziendale consiste quindi in una trasformazione globale che oltre ad automatizzare la gestione aziendale, crea anche dei nuovi modi per comunicare e quindi per vendere ed elabora i dati per poter gestire i cicli produttivi.

Quali sono i possibili rischi?

Attraverso la digitalizzazione siamo quindi tutti connessi gli uni con gli altri, ma questo oltre che un’opportunità in senso positivo potrebbe anche rappresentare un’opportunita in senso contrario. Maggiori interconnessioni infatti significa anche maggiori occasioni di attacco da parte dei criminali del cyberspazio. Ogni punto di contatto rappresenta un possibile punto di accesso per gli hacker.

Oggi risulta quindi fondamentale per un’azienda adottare un sistema di cyber security, che permette di poter usufruire di tutte le misure precauzionali possibili. Questa responsabilità può essere assunta non solo dalle imprese, ma anche dai privati che possono collaborare facendo sì che i propri dati non vadano a finire nelle mani sbagliate.

Inoltre un’assicurazione cyber può essere molto utile nel caso in cui l’attacco da parte di questi criminali vada a buon fine.

I rischi del web e i criminali informatici

Con l’arrivo della pandemia di coronavirus e quindi con la limitazione negli spostamenti la digitalizzazione è diventata ancora più importante, ma allo stesso modo si sono moltiplicati anche i crimini su Internet.

Uno dei settori maggiormente colpiti è quello sanitario, che svolge il ruolo primario nella lotta contro questo virus. Ci sono stati numerosi attacchi all’Organizzazione mondiale della sanità, i criminali informatici infatti hanno cercato di sfruttare l’epidemia per rubare password e credenziali dei loro lavoratori.

Tuttavia gli attacchi non si sono limitati a questo Stato, sono state riscontrate delle attività criminali anche in Spagna, negli Stati Uniti contro il Dipartimento della Salute e in Repubblica Ceca contro l’ospedale universitario di Brno.

Il problema è che questo virus ha portato con sè la paura, che si è insinuata negli individui.

Pertanto si viene a creare una situazione favorevole per il prosperare degli aggressori e dei criminali. Gli esperti, per evitare di rimanere vittima di uno di questi attacchi, suggeriscono di installare applicazioni relative al COVID-19 solamente dagli app store ufficiali, oltre che di imparare a riconoscere una potenziale minaccia.

L’importante quindi è essere sempre attenti e soprattutto usare il buon senso. E’ vero che i pericoli a cui ci esponiamo quando utilizziamo la rete sono innumerevoli, ma se agiamo con consapevolezza e con attenzione per questi oscuri criminali sarà molto più difficile danneggiarci.

Pertanto non fatevi prendere dal panico ma rimanete sempre ben informati.

Approfondisci la tematica sulla digitalizzazione aziendale sul blog di TeamEis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *